Appuntamenti

In questa sezione sono presenti gli appuntamenti disponibili e organizzati dall'Osservatorio Astronomico Torre Luciana.

Verifica sempre che la manifestazione non sia stata annullata per maltempo o per qualsiasi altro motivo.

Telefono attivo dalle 18:00 alle 21:00 e durante tutte le manifestazioni 3887360800.


foto Eclissi parziale di Luna: la Luna si tingerà nuovamente di rosso, inizio progressivamente dalle 21, culmine attorno alle 22.30, fine dopo le 24.

Eclissi parziale di Luna: la Luna si tingerà nuovamente di rosso, inizio progressivamente dalle 21, culmine attorno alle 22.30, fine dopo le 24.

Martedì 16 Luglio 2019 alle ore 21:00

Serata pubblica di osservazione - martedì 16 luglio 2019 dalle ore 20.00 Martedì prossimo si verificherà uno degli eventi più belli che la Natura possa offrire: un'eclissi parziale di Luna. Questo fenomeno, che accade esclusivamente al plenilunio, prevede l'allineamento tra Sole, Terra e Luna, con quest'ultima che si dispone nel cono di ombra e penombra del nostro pianeta: se l'allineamento è perfetto, come accadde il 27 luglio dello scorso anno, si avrà un'eclissi totale, mentre se la Luna "taglia" solo parzialmente il cono d'ombra della Terra, come avverrà martedì, si avrà un'eclissi parziale (v. Fig.1). La Luna è tra l'altro "reduce" da un altro allineamento perfetto con la Terra e il Sole, avvenuto lo scorso 2 luglio e che ha dato luogo a un'eclissi...

Continua ...

foto Giove e Saturno, i giganti del sistema solare

Giove e Saturno, i giganti del sistema solare

Sabato 08 Giugno 2019 alle ore 21:00

Giove e Saturno si trovano nelle costellazioni di Ofiuco e del Sagittario, splendide cornici del centro della nostra galassia. Completa il quadro la Luna, un poco oltre il primo quarto.

Continua ...

foto Il Leone, la Vergine, la Chioma di Berenice, il Bovaro

Il Leone, la Vergine, la Chioma di Berenice, il Bovaro

Sabato 04 Maggio 2019 alle ore 21:00 | Annullato

A spasso tra le costellazioni di transizione verso l'estate Orione è tramontato da poco, tramonta presto anche Marte che si trova nel Toro, quasi contemporaneamente ad Est si affaccia Giove, poco distante da Antares, occhio dello Scorpione. Risalendo l’eclittica partendo dal Toro (Ovest) ed andando verso Est, si trovano i Gemelli, ben riconoscibili Castore e Polluce; accanto il Cancro, costellazione con stelle attorno alla 4 magnitudine e pertanto non troppo appariscenti; poi il Leone e la Vergine, facile individuare le loro stelle alfa, rispettivamente Regolo e Spica; quindi la Bilancia e subito sotto si intravedono le chele dello Scorpione, prima parte visibile di questa costellazione. Durante la notte sorge un poco tutto il cielo estivo, dopo lo...

Continua ...

foto Le costellazioni di Primavera

Le costellazioni di Primavera

Sabato 06 Aprile 2019 alle ore 21:00

Orione, signore indiscusso dell’inverno, è al tramonto, assieme a lui spariscono sotto l’orizzonte ad Ovest anche Sirio, il Toro, Marte e le Pleiadi.  Il Grande Carro è alto nel cielo, Merak e Dubè  sono al meridiano e puntano direttamente la Polare.  A Sud alcune costellazioni di cui si sente raramente parlare:  la più difficile da scorgere è la Macchina Pneumatica (latino Antlia), che si trova appena sopra l’orizzonte.    La sua stella principale è di 4° magnitudine e fu definita tra le 88 costellazioni moderne in onore di Denis Papin, l’inventore della pentola a pressione.  Poco sopra l’Hydra, che si snoda da SE fino quasi a Procione (Cane Minore), appoggiati sopra il suo lungo e sinuoso corpo di serpente, da Est verso Ovest,  il Corvo, la Coppa...

Continua ...

foto La maratona di Messier (UAI). Il leone, i Gemelli

La maratona di Messier (UAI). Il leone, i Gemelli

Sabato 09 Marzo 2019 alle ore 21:00 | Annullato

Charles Messier era un astronomo che cercava uno specifico tipo di corpi celesti: le comete. Alla pura osservazione, data soprattutto la limitata qualità degli strumenti esistenti attorno al 1750, una cometa non era poi tanto differente da un ammasso o da una nebulosa; unica cosa che per certo li distingue, allora come oggi, è che la cometa ha un moto proprio, ammassi, nebulose, supernove e simili si trovano invece sempre nello stesso posto. La tecnica di osservazione era pertanto di guardare un oggetto oggi, poi guardarlo domani, domani l’altro ecc. fino a determinare se si stia muovendo oppure no. Per facilitare questo compito, ed evitare di osservare più volte a vuoto uno stesso soggetto, creò un catalogo di oggetti “non comete”: oggi la definiremmo...

Continua ...

foto La Luna al primo quarto e la via Lattea

La Luna al primo quarto e la via Lattea

Sabato 09 Febbraio 2019 alle ore 21:00 | Annullato

La Luna si trova nella porzione di cielo sulla destra guardando verso Sud, illuminata solamente la sua patre di destra, lato Ovest dove è tramontato il Sole, sul terminatore sono visibili interessanti formazioni montuose e crateri; da evidenziare la zona di Poseidonius, sul limitare del mare della Serenità.     Per la precisione la porzione di Luna illuminata sarà del 21%, leggermente inferiore al primo quarto che è 25%, questo ci avvantaggerà nel fatto che tramonterà alle 22 lasciando spazio per la visione di altri oggetti che richiedono minore luce diffusa; esattamente al primo quarto sarebbe tramontata a mezzanotte. La costellazione di Orione, immersa nella Via Lattea invernale, sarà un altra parte avvincente del cielo; i Gemelli si trovano sopra...

Continua ...

foto Orione e le meraviglie del cielo invernale

Orione e le meraviglie del cielo invernale

Sabato 26 Gennaio 2019 alle ore 21:00

In questo periodo Orione arriva alla sua massima altezza nel cielo del Sud; le tre stelle della cintura, Alnitak, Alnilam e Mintaka, si  trovano ad una altezza di circa 45 gradi sull'orizzonte, il che permette di avere tutta la costellazione in posizione ottimale.  Sotto la cintura, in cima allo spadino, è visibile la nebulosa M42, una delle più importanti importante star nursery della Via Lattea assieme ad Eta Carinae, purtroppo non visibile perché si trova appena sotto la linea dell'orizzonte. Orione è composto di otto stelle principali che delineano il corpo del cacciatore, oltre le tre già menzionate della cintura, in alto a sinistra Betelgeuse, si trova a poco più di 600 anni luce di distanza ed è una stella supergigante rossa dalle dimensioni...

Continua ...

foto Osserviamo la cometa, prossima alla sua massima luminosità, e la Luna

Osserviamo la cometa, prossima alla sua massima luminosità, e la Luna

Sabato 15 Dicembre 2018 alle ore 21:00

Domani, 16 Dicembre 2018, la cometa 46P Wirtanen sarà nel suo punto di massima vicinanza con la Terra. Si troverà alta nel cielo rivolto verso Sud, tra l’ammasso delle Pleiadi e le Iadi, nella costellazione del Toro. Veloce e fugace, sarà l’indiscussa star guest di questi giorni, il suo aspetto dovrebbe essere simile a quello della C2007N3 Lulin, impressa nella foto di copertina scattata da Torre Luciana a Febbraio 2009. Seppure minore ed apprezzabile solo con strumenti, gli tiene compagnia la cometa 64P Swift-Gehrels, che ha da poco attraversato la Costellazione del triangolo e si sta muovendo verso l’Ariete, con movimento in senso quasi opposto a quello della 46P Wirtanen.   La Luna sarà in fase 45%, illuminata quasi a metà ed offrirà interessanti...

Continua ...

foto Le comete di Natale 2018 e le

Le comete di Natale 2018 e le

Sabato 08 Dicembre 2018 alle ore 21:00

La cometa 46P Wirtanen è una delle comete di breve periodo che orbita tra il Sole ed pianeta Giove; per questo motivo sono catalogate nella famiglia delle comete gioviane, la cui massima distanza dal Sole (afelio) è compresa tra le 5 e le 6 unita astronomiche, ovvero tra 700 e 950 milioni di Km.   Scoperta nel 1948 dall’astronomo statunitense Carl Wirtanen, è una cometa altamente variabile; i ripetuti passaggi vicino a Giove, pianeta gigante del sistema solare, hanno fatto si che la gravità di Giove ne abbia influenzato l’orbita, riducendone consistentemente la distanza dal perielio ed il suo periodo orbitale che al momento è di 5,5 anni. I due passaggi che principalmente hanno cambiato la sua orbita sono quelli del 1984 e 1972, precedentemente il suo...

Continua ...

foto Osserviamo il cielo profondo autunnale

Osserviamo il cielo profondo autunnale

Sabato 10 Novembre 2018 alle ore 21:00

Serata del 10 Novembre 2018-11-07  ore 21,00 Nonostante il clima incerto, la stagione sta decisamente andando verso l’inverno; il triangolo estivo, Vega, Altair e Deneb, è pressoché scomparso ad Ovest; ad Est sorge Orione, scrigno di nebulose al centro della Via Lattea invernale, contrapposto allo Scorpione che è stato messo ben lontano, nel cielo estivo, proprio perché è stata la puntura dello scorpione ad uccidere Orione, il cacciatore. La galassia di Andromeda si trova allo zenit, se il cielo è terso è possibile scorgerne i contorni: si tratta dell'unico oggetto extragalattico che è possibile individuare ad occhio nudo, seppure si trovi ad una distanza di 2 milioni e mezzo di anni luce. Sempre nei dintorni dello zenit, ma qualche grado più verso Sud,...

Continua ...