Eclissi parziale di Luna: la Luna si tingerà nuovamente di rosso, inizio progressivamente dalle 21, culmine attorno alle 22.30, fine dopo le 24.

Martedì 16 Luglio 2019 alle ore 21:00


foto Eclissi parziale di Luna: la Luna si tingerà nuovamente di rosso, inizio progressivamente dalle 21, culmine attorno alle 22.30, fine dopo le 24.

Serata pubblica di osservazione - martedì 16 luglio 2019 dalle ore 20.00

Martedì prossimo si verificherà uno degli eventi più belli che la Natura possa offrire: un'eclissi parziale di Luna.

Questo fenomeno, che accade esclusivamente al plenilunio, prevede l'allineamento tra Sole, Terra e Luna, con quest'ultima che si dispone nel cono di ombra e penombra del nostro pianeta: se l'allineamento è perfetto, come accadde il 27 luglio dello scorso anno, si avrà un'eclissi totale, mentre se la Luna "taglia" solo parzialmente il cono d'ombra della Terra, come avverrà martedì, si avrà un'eclissi parziale (v. Fig.1). La Luna è tra l'altro "reduce" da un altro allineamento perfetto con la Terra e il Sole, avvenuto lo scorso 2 luglio e che ha dato luogo a un'eclissi totale di Sole, visibile però solo dall'Oceano Pacifico meridionale e da una sottile striscia di Cile e Argentina.

Nonostante la parzialità, l'eclissi sarà molto interessante perché avrà grandezza 0.65, cioè è previsto che il 65% del diametro lunare entri nel cono d'ombra della Terra, e la rimanente parte sarà nel cono di penombra. La differenza tra "ombra" e "penombra" è molto semplice: un ipotetico spettatore che osservi dalla Luna, nell'area immersa nel cono d'ombra, vedrà il Sole totalmente eclissato dalla Terra, mentre dalla rimanente parte dell'emisfero lunare rivolto verso di noi vedrà il Sole solo parzialmente eclissato.

Ci aspettiamo che la parte immersa nell'ombra appaia di colore rossastro, perché da lì il Sole sarà sì totalmente eclissato dalla Terra, come scritto sopra, ma una parte dei raggi solari passeranno attraverso la nostra atmosfera; questa, per fenomeni fisici legati alla rifrazione e in virtù del pulviscolo in sospensione, permetterà alla luce solare a più alta lunghezza d'onda (e quindi quella dal colore arancio-rosso) di proiettarsi sulla Luna, conferendole la caratteristica colorazione da eclisse. L'effettiva tonalità dipende però da numerosi fattori "concomitanti" per cui a priori non è possibile stabilire quanto la Luna sarà rossa, laddove eclissata totalmente.

Come si vede da Fig.1 il massimo dell'eclisse, secondo l'orario legale estivo attualmente vigente in Italia, si avrà intorno alle 23.30, con l'ingresso nel cono d'ombra alle ore 22 circa e l'uscita alle ore 1 di mercoledì 17.

La Luna, che al momento dell'eclisse brilla nella costellazione del Sagittario, sarà sicuramente protagonista della serata, ma a farle compagnia ci sono altri due attori "giganti" (è proprio il caso di dirlo) del Sistema Solare: Saturno, che si trova pochi gradi a nord ovest dalla Luna quindi ancora nel Sagittario e che ha passato l'"opposizione" (direzione opposta al Sole rispetto alla Terra) pochi giorni fa, il 9 luglio scorso, distante dalla Terra 1 miliardo e 350 milioni di chilometri; l'altro protagonista è Giove, il "re" dei pianeti del Sistema Solare, luminosissimo ancora più a ovest proiettato nella costellazione di Ofiuco.

Non vi resta quindi che passare a trovarci e godere insieme di questo splendido fenomeno astronomico. Nonostante la piena estate consigliamo di portare anche indumenti a maniche lunghe per far fronte all'aria frizzante che si ha di notte in piena campagna!

 



Condividi su: